Seleziona una pagina

Blended learning in modalità mobile: videoconferenze, classi virtuali e non solo…

Accueil » Nouveautés produit » Blended learning in modalità mobile: videoconferenze, classi virtuali e non solo…

In questa nostra era dominata dalla digitalizzazione e dal distanziamento sociale, mantenere il contatto umano durante le sessioni formative è di fondamentale importanza. Modalità di apprendimento che si adatta perfettamente ai ritmi quotidiani del vivere moderno, il mobile learning non deve però impedirci di dialogare con gli altri, per stimolare l’intelligenza collettiva di gruppo o semplicemente per ritrovare il piacere di condividere le proprie conoscenze e crescere insieme.

Trasformare la formazione in presenza in formazione sincrona con videoconferenze e classi virtuali oggi è possibile. E tutto grazie al mobile learning!

 

Mobile learning: la videoconferenza in gruppo o a tu per tu

Ai corsi, giochi di ancoraggio mnemonico, quiz e video didattici utilizzati per la formazione mobile, oggi si possono integrare anche attività in videoconferenza che consentono al formatore di dialogare con gli utenti a tu per tu o in gruppo, per un semplice scambio di idee o una classe virtuale.

Mentre comunicano con il formatore, gli utenti possono navigare all’interno del proprio percorso formativo.


Apertura di una sessione di videoconferenza (Teams) da un percorso di mobile learning Teach on Mars

Oltre a riallacciare i contatti umani e a favorire la comunicazione, la combinazione di formazione sincrona e asincrona consente non solo di variare le modalità didattiche, ma anche di dare vita a esperienze formative originali e più coinvolgenti.

 

Creare momenti di dialogo tra formatori e utenti

Indipendentemente dalla circostanza – presentare un corso, valutare i progressi a metà percorso o fare un debriefing dopo l’ottenimento di una certificazione –, i momenti di dialogo tra formatori e utenti hanno la loro importanza e non vanno trascurati.

Fortunatamente, le tecnologie digitali offrono soluzioni per tutto o quasi. Fissare un incontro online per confrontarsi con i formatori è addirittura più facile. Quando accede all’attività di formazione sincrona, ogni partecipante può aprire un calendario dalla propria applicazione e scegliere la fascia oraria dell’appuntamento tra quelle ancora disponibili nell’agenda del formatore (ad esempio, con il tool Calendly) :

Calendly booking page Prenotazione della fascia oraria con Calendly

Formatori e utenti risparmiano così tempo prezioso e ricevono una conferma quando la fascia oraria è stata prenotata. La fascia oraria dell’appuntamento può essere aggiunta automaticamente alle agende di Google Calendar, Outlook, Office 365, iCloud, ecc.

Conferma della fascia oraria prenotata con Calendly

È anche possibile configurare l’invio di promemoria via e-mail, ad esempio 1 giorno prima e 1 ora prima della fascia oraria prenotata (la cui durata può inoltre essere configurata dal formatore).

 

Una classe virtuale in mobile learning: corsi e attività di gruppo

Nel 2020, lockdown e rapida diffusione del telelavoro ci hanno spinti a passare dalla formazione in presenza alla formazione sincrona. Oltre a garantire occasioni di dialogo tra formatore e learner, è necessario trasformare le aule di formazione in classi virtuali gradevoli e flessibili per i partecipanti. Con le sue attività gamificate e modalità didattiche diversificate, il mobile learning risponde perfettamente a questa esigenza.

I learner entrano nella classe virtuale all’ora concordata in precedenza (indicata ad esempio nel nome dell’attività formativa). Dopo l’accesso, possono comunicare con il formatore (o limitarsi ad ascoltare, a seconda della scelta effettuata da quest’ultimo) e contemporaneamente navigare tra le attività del percorso formativo mobile. Alcune attività potrebbero d’altronde essere dedicate proprio alla classe virtuale attiva.

Ecran de smartphone classe virtuelle mobile learning Notifica del promemoria per una sessione della classe virtuale sincrona

Come abbiamo visto nell’articolo sulla flipped classroom, la qualità delle sessioni sincrone può essere migliorata grazie a contenuti condivisi in precedenza. Durante una sessione, i learner possono fare domande e segnalare punti che desiderano approfondire. Il formatore potrà pertanto guidarli al meglio utilizzando i contenuti esistenti o proponendo nuovi spunti di riflessione.

Accanto alle interazioni dirette con il formatore, Teach on Mars offre ai learner la possibilità di realizzare in gruppo, a distanza e in sincronia, svariate attività gamificate grazie alla modalità Live! Il gruppo può comprendere fino a 100 persone e tutti i partecipanti possono prendere parte simultaneamente a sessioni di brainstorming o concorsi (quiz, giochi) con premi in palio. Un ottimo metodo per vivacizzare un corso di formazione mobile.

Integrare una classe virtuale in un percorso di mobile learning con Teach on Mars

Niente di più facile! Utilizzando nel programma formativo un’attività di tipo “web link”, puoi aggiungere un collegamento a una sala riunioni online (ad es. Google Meet, Teams, Zoom, Webex, Whereby o altri) o a uno strumento per la prenotazione delle fasce orarie (ad es. Calendly, presentato sopra).

Puoi creare meeting con data e ora fisse o proporre diverse fasce orarie. Non ci sono limiti, se non quelli dello strumento che usi.

Alla data/ora del meeting, il formatore apre la sala riunioni (operazione spesso necessaria, in particolare su Teams, Zoom o Webex) dal suo computer o smartphone. Gli utenti non devono far altro che avviare l’attività per partecipare. A seconda dello strumento utilizzato, gli utenti vengono reindirizzati alla pagina di download dell’applicazione (es. Teams, Webex) o accedono direttamente al meeting (es. Google Meet, Whereby).

Quando tutti sono collegati, il formatore può chiedere di tornare nell’applicazione di mobile learning. I learner continueranno ad ascoltare il formatore e potranno allo stesso tempo navigare tra le risorse del corso ed eseguire delle attività. In base allo strumento di videoconferenza utilizzato e al tipo di smartphone in loro possesso, gli utenti potranno perfino vedere il formatore sullo schermo del cellulare, in un angolo, mentre proseguono la navigazione nell’applicazione formativa.

È giunto il momento di riallacciare i contatti, di conciliare il sincrono con l’asincrono e di far vivere agli utenti esperienze formative davvero avvincenti per coinvolgerli attivamente e favorire lo sviluppo delle loro competenze. Adesso tocca a te!